skip to Main Content
Contattaci: 0245548548

Sono ormai diversi i nostri clienti ex portatori di protesi,
una soluzione anch’essa immediata, gradevole alla vista e difficilmente rinunciabile una volta indossata.

Può essere che per diverse ragioni:

– Manutenzione,
– Costo non propriamente contenuto,
– Riduzione della libertà della persona,
– Diminuzione del “problema estetico a livello psicologico”

Una persona che ha sempre indossato l’impianto di capelli -protesi- (che altro non è che un parrucchino di nuova generazione) voglia cambiare look e voglia abbandonare questo sistema seppur abbia sopperito alla mancanza di capelli in maniera esemplare.
Premetto che una buona percentuale (com’è giusto che sia) di ex portatori di protesi ha sempre nascosto l’artifizio ad amici e parenti e risulta quindi impellente trovare una soluzione per giustificare il rientro nel sociale con un’immagine che possa destare meno sospetti possibili.

E’ nostro compito studiare insieme una strategia più consona possibile agli impegni sociali e professionali dell’utente, ricordando che purtroppo, in casi come quello che vi mostreremo a breve, il trattamento di tricopigmentazione potrebbe risultare meno incisivo nel breve periodo.
A causa delle sollecitazioni sistematiche alle quali è stata soggetta la pelle nel corso degli anni, quest’ultima si presenta molto spessa e resistente, e nella maggior parte dei casi potremmo avere qualche ritardo nella stabilizzazione del pigmento.

Guarda QUI…

Per leggere tutto sulla TRICOPIGMENTAZIONE

E’ bene ricordare che nel caso di portatori di protesi (che non siano new-gen) è bene ipotizzare una seduta in più rispetto la norma, quindi ipoteticamente quattro per arrivare a risultato finale.

Diversamente, per chi usa lace (protesi per capelli con una retina e non pellicola, e quindi traspiranti) questo tipo di discorso va ad essere molto meno incisivo e spesso la pelle si presenta in perfette condizioni.

Nel caso in questione abbiamo dovuto intervenire più volte per arrivare a risultato,
difficilmente comunque abbiamo trovato uno scalpo in queste condizioni e dato anche il potere riflettente aumentato dopo anni di protesi, possiamo affermare senza dubbio che le fotografie scattate nel post sono peggiorative.

Il risultato dal vivo è strabiliante soprattutto in rapporto a quello che era il PRE.

Quindi, tricopigmentazione o protesi?

A voi la scelta.

Trattamento eseguito da Alessandro Lardì, operatore che massimizza la naturalezza in hairline.

Tricopigmentazione o protesi PRE

Uno scalpo dopo aver utilizzato una protesi per un decennio

Uno scalpo dopo aver utilizzato una protesi per un decennio

Uno scalpo dopo aver utilizzato una protesi per un decennio

Tricopigmentazione o protesi POST

tricopigmentazione o protesi nel post trattamento

tricopigmentazione o protesi nel post trattamento

tricopigmentazione o protesi nel post trattamento

tricopigmentazione o protesi nel post trattamento